Ucraina, Mosca abbatte dieci missili diretti a Belgorod: Kyiv intercetta 22 droni russi

Vatican News

La Russia riferisce che i suoi sistemi di difesa hanno distrutto dei razzi in avvicinamento alla città a sud ovest della Capitale. Nella notte, invece, attacco aereo russo sventato dalle forze ucraine. Intanto, il presidente statunitense Joe Biden chiede ai leader del Congresso di sbloccare aiuti

Gianmarco Murroni – Città del Vaticano

“I bersagli aerei che volavano verso la città sono stati tutti abbattuti”. È quanto ha dichiarato il governatore di Belgorod, Vyacheslav Gladkov, su Telegram, dopo che questa mattina i sistemi di difesa aerea russi hanno intercettato dieci missili ucraini in avvicinamento al centro a sud-ovest di Mosca. Al momento non si registrano vittime, anche se una donna ha riportato una ferita da scheggia a una gamba. Inoltre nel villaggio di Myasoedovo, due abitazioni private hanno subito diversi danni. Un altro attacco è stato sventato nella città di Podolsk: “Un drone in volo verso Mosca è stato respinto dalle nostre difese”, ha detto il sindaco della Capitale russa, Sergei Sobyanin, aggiungendo che secondo le prime informazioni non ci sono stati danni particolari.

Attacchi a Kyiv

Le forze di difesa aerea ucraine, nel frattempo, hanno abbattuto 22 dei 33 droni lanciati dalla Russia nella notte. Lo riferisce Ukrinform, spiegando che il Comando dell’Aeronautica ucraino ha diffuso la notizia in un post sulla sua pagina Facebook. “Nella notte del 18 gennaio 2024, gli occupanti hanno attaccato con 33 UAV di combattimento Shahed-136/131 lanciati dall’area russa di Primorsko-Akhtarsk e dalla regione di Kursk, colpendo la regione di Kharkiv con due missili guidati antiaerei S-300 lanciati dalla regione di Belgorod”, afferma il post. Lo Stato maggiore delle Forze armate ucraine ha riferito che dall’inizio della guerra la Russia ha perso 373.600 soldati, di cui 780 solo nell’ultimo giorno di scontri.  

Aiuti Usa

Intanto a Washington il presidente statunitense, Joe Biden, ha convocato i principali leader del Congresso per sottolineare le esigenze di sicurezza dell’Ucraina: l’obiettivo è sbloccare i 110 miliardi di dollari in aiuti a Kiev, per il momento sospesi a causa della mancanza di un accordo tra repubblicani e democratici. “La continua incapacità del Congresso di agire mette in pericolo la sicurezza nazionale degli Stati Uniti, l’Alleanza Nato e il resto del mondo libero”, ha affermato la Casa Bianca. “Il presidente ha invitato il Congresso a fornire rapidamente ulteriori finanziamenti per sostenere l’Ucraina e inviare un forte segnale della determinazione degli Stati Uniti”.