Terremoto in Afghanistan, il Papa: aiutiamo la popolazione già tanto provata

Vatican News

Al termine dell’udienza generale, Francesco rivolge “un pensiero speciale” alla gente del Paese mediorientale, colpita il 7 ottobre nella zona ovest da un devastante sisma che ha provocato circa 3 mila morti, mentre i feriti sfiorano il numero di 10 mila: “Migliaia di vittime, tra cui donne e bambini. Invito tutte le persone di buona volontà ad alleviare le sofferenze della gente”. Una preghiera per la martoriata Ucraina e “per quanti soffrono la fame, le ingiustizie e la guerra”

Vatican News

Non solo il “dolore” per le violenze che si registrano in Medio Oriente, ma anche la preoccupazione per l’Afghanistan, messo in ginocchio dal sisma che sabato scorso ha colpito la parte occidentale del Paese, dove la terra continua a tremare. Papa Francesco, al termine dell’udienza generale in Piazza San Pietro, chiede di pregare “per quanti soffrono la fame, le ingiustizie e la guerra, specialmente per la cara e martoriata Ucraina” e rivolge “un pensiero speciale” alla popolazione afghana. Popolazione che, afferma, “sta soffrendo a seguito del devastante terremoto che l’ha colpita provocando migliaia di vittime tra cui molte donne e bambini e di sfollati”.

Alleviare le sofferenze della gente

Il Pontefice invita “tutte le persone di buona volontà ad aiutare questo popolo già così tanto provato, contribuendo in spirito di fraternità ad alleviare le sofferenze della gente e a sostenere la necessaria ricostruzione”.

Oltre 2 mila morti

Il 7 ottobre una violenta serie di scosse di magnitudo magnitudo tra 4.6 e 6.3 ha devastato la provincia di Herat, radendo al suolo circa venti villaggi. Circa 3 mila i morti e quasi 10 mila i feriti, secondo i primi bilanci diffusi dal regime talebano di Kabul attraverso l’autorità per la gestione delle emergenze. L’epicentro è stato localizzato non lontano da Zindah Jan, ad una distanza di circa 55 chilometri a nordest della città che si trova nella valle del fiume Hari, al centro della provincia di Herat.

Nuove scosse

Un nuovo forte terremoto di magnitudo 6.3 ha poi fatto tremare nuovamente l’ovest del Paese nelle scorse ore. Secondo l’Istituto geologico degli Stati Uniti (Usgs) il nuovo sisma ha colpito nelle scorse ore l’area nei pressi della città di Herat, vicino all’epicentro del sisma di sabato scorso.