Tensione tra le Coree. Onu: grave minaccia alla pace

Vatican News

Benedetta Capelli – Città del Vaticano

Una “grande minaccia alla pace”. Le Nazioni Unite esprimono così, nella convocazione straordinaria del Consigio di sicurezza, la preoccupazione per quanto accaduto ieri e dopo la conferma da parte della Corea del Nord di aver lanciato “con successo” missili balistici da un treno, una assoluta novità. L’intento raggiunto da Pyongyang era di colpire un’area designata a 800 chilometri di distanza e verificare la praticabilità del sistema. L’azione, sempre ieri,  ha provocato la risposta della Corea del Sud che ha testato un missile balistico da lancio sottomarino, diventando così il settimo Paese al mondo a disporre di questa tecnologia.

Far ripartire il dialogo

Unanime la condanna dei test, i missili sono tra l’altro caduti in un’area di competenza giapponese, allargando di fatto la tensione a tutta l’area. L’invito dell’Onu a Pyongyang è di rispettare le risoluzioni del passato e riprendere il dialogo. Sulla stessa scia la Gran Bretagna e gli Stati Uniti che condannano il lancio ma ribadiscono il loro impegno per un approccio diplomatico verso la Corea del Nord.