Nominato dal Papa il nuovo arcivescovo di Parigi: è Laurent Ulrich

Vatican News

Adelaide Patrignani e Adriana Masotti – Città del Vaticano

È un uomo di Chiesa esperto, l’arcivescovo Laurent Ulrich, arriva a capo dell’arcidiocesi di Parigi dopo aver guidato altre tre diocesi francesi. Il suo insediamento ufficiale avrà luogo lunedì 23 maggio alle 18.30 nella chiesa di Saint-Sulpice nella capitale francese. All’annuncio della nuova nomina reagisce con sorpresa.

Alcuni cenni biografici

Nato il 7 settembre 1951 a Digione, capitale della Borgogna, Laurent Ulrich è ordinato sacerdote il 2 dicembre 1979 nella sua arcidiocesi di nascita, dopo aver ottenuto due master, uno in filosofia e l’altro in teologia sul tema “l’annuncio della fede nel mondo moderno”. Appena ordinato, affianca il parroco in una parrocchia della Croix-Rousse a Lione, poi torna nell’arcidiocesi di Digione dove svolge diversi ministeri nel settore di Beaune, in una parrocchia e nella cappellania di collegi e scuole superiori. Nel 1983 diventa delegato diocesano per il diaconato permanente e nel 1984 è nominato decano aggiunto di Beaune. Un anno dopo sarà vicario episcopale incaricato della formazione permanente dell’arcidiocesi, prima di diventare vicario generale e delegato per l’apostolato dei laici, dal 1990 al 2000.

Il motto episcopale: “La gioia di credere”

Il 6 giugno 2000, san Giovanni Paolo II nomina Laurent Ulrich arcivescovo di Chambéry e vescovo di Maurienne e Tarentaise. La sua consacrazione episcopale ha luogo il 10 settembre 2000. Nel novembre 2007 è eletto vicepresidente della Conferenza episcopale francese. In precedenza era stato presidente della Commissione finanziaria e del Consiglio per gli affari economici, sociali e giuridici all’interno della Cef, e membro del Comitato per l’informazione e la comunicazione. Ha anche presieduto, tra il 2004 e il 2008, il Consiglio di orientamento di RCF (Radios Chrétiennes Francophones). Il 1° febbraio 2008, Benedetto XVI lo nomina arcivescovo vescovo di Lille, divenendo arcivescovo metropolita il 29 marzo quando la sede di Lille viene elevata a Metropolitana. All’interno dell’arcidiocesi svolgerà anche il ruolo di presidente dell’Educazione Cattolica e Cancelliere dell’Università Cattolica di Lille. Dal 2013 al 2019, monsignor Ulrich è presidente del Comitato Studi e Progetti della Cef. Nel luglio 2019, diventa presidente del Consiglio per l’Insegnamento Cattolico. Cavaliere della Legione d’Onore dal 12 maggio 2017, il suo motto episcopale è “La gioia di credere”.

Un desiderio: “mostrare l’amicizia di Cristo”

Di stupore alla notizia della scelta di Papa Francesco di affidargli l’arcidiocesi di Parigi, monsignor Ulrich riferisce parlando in un’intervista realizzata da RCF Hauts-de-France, una radio locale cattolica:

Ascolta le parole del nuovo arcivescovo di Parigi Laurent Ulrich

Ça a été la Surprise complète. J’ai manifesté tout de suite devant le nonce une grande surprise… 

“È stata una completa sorpresa. Ho subito espresso davanti al nunzio una grande sorpresa, uno stupore, quasi un modo per dire “no”. Ho combattuto dentro di me spiritualmente perché mi sono detto che non è fatto per me e che non sono la persona giusta per questo lavoro. Ho già qualche anno di servizio, quindi immaginate che questa è la quarta diocesi che servirò. È una ginnastica. Il mio ministero come vescovo di Parigi sarà un ministero che vuole manifestare l’amicizia di Cristo. Quindi non so se sarò in grado di dimostrarlo con le mie qualità e i miei difetti. Non so se sarò davvero in grado di mostrare questo, ma è mio profondo desiderio considerare i parigini come miei amici. Non ho mai puntato ad una posizione, non ho mai avuto altra ambizione che fare ciò che la Chiesa mi chiedeva”.

La Chiesa di Parigi: diciotto secoli di storia 

Monsignor Ulrich succede a monsignor Michel Aupetit che, arcivescovo di Parigi dal 2017, presenta il 25 novembre 2021 le dimissioni dal governo pastorale dell’arcidiocesi. Papa Francesco le accetta il successivo 2 dicembre. Da quella data, l’arcidiocesi è amministrata da monsignor Georges Pontier, arcivescovo emerito di Marsiglia. L’arcivescovo di Parigi è uno dei 23 arcivescovi di Francia. Secondo la tradizione, la diocesi di Parigi fu creata nel III secolo, verso l’anno 250, da Saint Denis, che divenne il suo patrono, insieme a Saint Genevieve. La diocesi di Parigi, precedentemente suffraganea dell’arcivescovado di Sens, è elevata al rango di arcidiocesi il 20 ottobre 1622. La sede arcivescovile viene temporaneamente abolita durante la rivoluzione francese tra il 1793 e il 1798. L’attuale sede dell’arcidiocesi è la cattedrale di Notre-Dame. Nel 2019, l’arcidiocesi parigina aveva circa 100 parrocchie, 492 sacerdoti incardinati, 126 diaconi permanenti, 67 seminaristi in formazione, 473 sacerdoti membri di istituti religiosi, 179 religiosi non sacerdoti e 1.351 religiose.