Nella Bergoglio: ho strappato un grande sorriso al Papa

Vatican News

La cugina di Francesco racconta l’incontro avuto stamattina prima dell’udienza generale nell’Auletta dell’Aula Paolo VI. “Mi porto nel cuore questo momento”, dice la donna che ha accompagnato al consueto appuntamento settimanale in Vaticano i bambini, i genitori e alcune maestre della scuola dell’infanzia Divina Provvidenza di Boves, in provincia di Cuneo

Eugenio Bonanata – Città del Vaticano

Una giornata davvero speciale quella vissuta oggi da Nella Bergoglio in Vaticano. La donna, che condivide il trisnonno Giuseppe con Papa Francesco, è arrivata ieri, 5 dicembre, a Roma da Cuneo. E stamattina, assieme a suo marito, ha avuto la possibilità di incontrare Francesco nell’auletta dell’Alula Paolo VI prima dell’Udienza Generale. “Gli ho strappato un grande sorriso”, racconta a Telepace. “Questo momento lo porterò per sempre nel mio cuore”, aggiunge esprimendo soddisfazione per  una esperienza densa di emozioni che è culminata con la consegna di alcuni doni. Tra questi: qualche foto con parenti comuni; una confezione di cioccolatini – “Gianduiotti, di cui è molto ghiotto”– e un paio di libricini su modi di dire e proverbi piemontesi.

Ascolta l’intervista a Nella Bergoglio

L’abbraccio dei bambini

“Sono venuta per anticipargli gli auguri di Natale e per il suo compleanno che cade il prossimo 17 dicembre”, ripete Nella che ha accompagnato all’udienza generale un gruppo di 175 persone tra bambini, genitori ed educatori della scuola dell’infanzia ‘Divina Provvidenza’ di Boves, nel cuneese. Anche i piccoli hanno realizzato il loro sogno: sono riusciti ad abbracciare il Papa, a consegnargli i disegni preparati a scuola e a farsi una foto con lui al termine della catechesi nell’ambito di una parentesi all’insegna dell’accoglienza e della felicità. “È stato il punto di arrivo di un percorso iniziato l’anno scorso”, spiega la maestra Ivana Ramero precisando che da tempo i bimbi hanno potuto approfondire la figura e il magistero di Papa Francesco. “C’è stato anche uno scambio epistolare”, aggiunge soffermandosi sul valore educativo di questo pellegrinaggio.

Ascolta l’intervista a Ivana Ramero

Un’esperienza unica

“È dall’inizio della scuola che i bimbi chiedono ‘quando andiamo dal Papa?’”, afferma il vicepresidente dell’Istituto Cristian Macagno secondo il quale l’entusiasmo ha coinvolto ampiamente anche gli adulti. “È un’esperienza che non penso capiti tante volte nella vita”, prosegue soffermandosi sul clima di allegria durante tutto il viaggio effettuato a bordo di due pullman (di cui uno a due piani) partiti martedì alle 4:30 del mattino sotto una nevicata.

Ascolta l’intervista a Cristian Macagno

La gioia di una giornata che lascia il segno

“Sprizzavano gioia”, dice don Martino Pellegrino vicepresidente della scuola paritaria a proposito dell’entusiasmo dei piccoli che durante il tragitto hanno pregato per il Papa. “L’intera comunità locale è rimasta favorevolmente colpita dall’iniziativa”, confida il sacerdote al termine di una giornata destinata al lasciare il segno anche dalla sua prospettiva.

Ascolta l’intervista a don Martino Pellegrino

Alla fine dell’udienza, infatti, il gruppo si è spostato nella Basilica di San Pietro e don Martino ha concelebrato la Santa Messa all’Altare della Cattedra.