Le reliquie di san Francesco e Sant’Antonio a San Salvatore in Lauro

Vatican News

Il santuario romano si prepara a vivere in modo speciale il tempo di Quaresima accogliendo frammenti del Poverello e del santo portoghese: saranno esposte dal 16 al 24 marzo. Ad aprile sarà la volta delle reliquie di Sant’Antonio da Padova

Vatican News

Un’ampolla contenente frammenti del corpo di San Francesco d’Assisi ed un antico reliquiario con  il saio del Poverello. Le due preziose reliquie provenienti dalla basilica dei Santi XII Apostoli e dalla chiesa santuario di San Francesco a Ripa saranno esposte nel santuario di San Salvatore in Lauro, a Roma dal 16 al 24 marzo.

Meditare la Passione con san Francesco

In occasione dell’ottavo centenario delle stimmate del santo, il patrono d’Italia è stato posto al centro di una serie di iniziative messe in programma dal santuario per meditare sulla Passione di Cristo in vista della Settimana Santa. Gli esercizi spirituali al popolo, come riferisce un comunicato, saranno predicati dal biblista monsignor Carmine Pellegrino ogni pomeriggio dal 17 al 20 marzo alle ore 17.00, mentre la sera monsignor Daniele Libanori predicherà gli esercizi spirituali ai sacerdoti. 

Il programma

Nel pomeriggio di venerdì 22 marzo è poi prevista l’esecuzione dello Stabat Mater di Giovanni Battista Pergolesi, seguita dalla Messa solenne presieduta dal cardinale Gianfranco Ravasi. Il 23 marzo sempre a San Salvatore in Lauro si svolgerà la memoria mensile di Padre Pio che si concluderà alle ore 18.00 con la Messa presieduta dal cardinale Mario Grech, segretario generale del Sinodo. Momento conclusivo sarà l’eucarestia celebrata dal cardinale Angelo Comastri nel pomeriggio della Domenica delle Palme, con la chiusura della venerazione delle reliquie.

Le reliquie di Sant’Antonio da Padova

Sempre presso il santuario di San Salvatore in Lauro, nel mese di aprile, dal 22 al 28, giungeranno anche le reliquie di Sant’Antonio provenienti dalla Basilica di Padova. Le iniziative rappresentano un modo per festeggiare il giubileo dei 200 anni del santuario e pregare per la pace con l’intercessione dei due importanti santi.