Il Papa: accogliamo Maria quando bussa alla nostra porta

Vatican News

In un videomessaggio, Francesco si rivolge alla comunità diocesana del Molise che accoglie in pellegrinaggio l’immagine della Madonna di Fatima ed esorta ad aprire case e cuori alla sua presenza

Adriana Masotti – Città del Vaticano

“State attenti quando la Madonna bussa alla porta”. Papa Francesco lo dice nel videomessaggio rivolto alla Chiesa di Termoli “in festa per una visita importante”, quella della Madonna. Nella diocesi molisana sta per prendere il via, infatti, il pellegrinaggio dell’immagine della Madonna di Fatima che dal prossimo 27 aprile si concluderà il 5 maggio. 

Si può dire “avanti” oppure “oggi non posso”

La Madonna entra nelle parrocchie, nelle case e nelle famiglie, afferma il Papa, ma “è molto educata, la Madonna, non irrompe, no; pum-pum, bussa alla porta. Ognuno di voi deve rispondere.” Ed è possibile dirle: “Avanti, avanti, avanti!”, oppure: “Ma, oggi non posso, torna domani” e ripetere lo stesso anche il giorno dopo. È necessario dunque prestare attenzione, avverte il Papa, e quando bussa “aprire la porta alla Madonna”, e dire:

“Avanti, Madre: Tu conosci meglio di me le cose che ho fatto, i problemi che ho …”. 

Coraggio, Dio perdona tutto

Papa Francesco richiama ancora a la presenza discreta di Maria che bussa alla porta delle famiglie, delle case, dei cuori. E ripete:

Mi raccomando: pensate, tutti voi: “Oggi la Madonna è da noi. Sta bussando a tante porte, anche alla porta del mio cuore. Come rispondo?”. Coraggio: Dio perdona tutto. Avanti e coraggio.