Il Papa a Cipro e in Grecia: reso noto il programma del viaggio

Vatican News

Gabriella Ceraso – Città del Vaticano 

Cinque giorni, nove discorsi, due omelie e un Angelus: sono alcuni dei numeri che segnano il prossimo viaggio apostolico di Papa Francesco che avrà luogo dal 2 al 6 dicembre. La prima tappa è Cipro, la seconda è la Grecia. Secondo il programma reso noto dalla Sala Stampa vaticana Francesco, che partirà da Roma Fiumicino alle 11.00 di giovedì 2 dicembre, dopo quattro ore circa di volo, sarà accolto ufficialmente all’Aeroporto internazionale di Larnaca a Nicosia e avrà un pomeriggio denso di appuntamenti.

Il primo discorso è previsto già alle 16.00 all’incontro con sacerdoti, religiosi, diaconi, catechisti, associazioni e movimenti ecclesiali di Cipro presso la Cattedrale Maronita di Nostra Signora delle Grazie. Da qui il Papa si sposterà al Palazzo presidenziale per la cerimonia di benvenuto alle 17.15, e subito dopo nella “Ceremonial Hall” per l’incontro con le Autorità, la Società civile e il Corpo diplomatico cui rivolgerà il secondo discorso.

La giornata successiva, venerdì 3 dicembre, si aprirà alle 8.30 con la visita di cortesia a Sua Beatitudine Chrysostomos II arcivescovo ortodosso di Cipro presso l’arcivescovado, a cui seguirà alle 9.00 l’incontro con il Santo Sinodo, presso la Cattedrale ortodossa a Nicosia, cui Francesco rivolgerà un discorso. La prima omelia del Papa sarà invece pronunciata nella Santa Messa delle ore 10.00 sempre a Nicosia, presso il “GSP Stadium”. Nel pomeriggio un unico appuntamento a partire dalle 16.00: la preghiera ecumenica con i migranti presso la chiesa parrocchiale di Santa Croce a Nicosia, dove è previsto un discorso di Francesco.

La tappa a Cipro si concluderà la mattina di sabato 4 dicembre. Poco dopo le 9.00 il congedo dall’Aeroporto Internazionale di Larnaca in direzione Atene, dove il Papa è previsto arrivi alle 11:10. All’Aeroporto Internazionale la cerimonia di accoglienza ufficiale e poi il benvenuto al Palazzo presidenziale a partire dalle 12.00. Dopo la visita di cortesia al presidente della Repubblica nello Studio privato, alle 12.30 ci sarà l’incontro con il primo ministro e successivamente con le Autorità, la Società civile e il Corpo diplomatico.

Nel pomeriggio ad Atene, a partire dalle 16.00, una serie di incontri religiosi. Prima, la visita di cortesia a Sua Beatitudine Ieronymos II arcivescovo di Atene e di tutta la Grecia, presso l’arcivescovado ortodosso di Grecia, quindi l’incontro con i rispettivi seguiti nella Sala del Trono dell’arcivescovado dove il Papa terrà un discorso. Poi il trasferimento alle 17:15 alla Cattedrale di San Dionigi ad Atene per l’incontro e il discorso rivolto a vescovi, sacerdoti, religiosi, seminaristi e catechisti. La giornata di Francesco si concluderà alle 18.45 presso la nunziatura apostolica dove, in privato, è previsto l’incontro con i membri della Compagnia di Gesù.

La domenica mattina il Papa si trasferirà in aereo da Atene a Mytilene – Lesvos dove arriverà intorno alle 10.10 per raggiungere il “Reception and Identification Centre” per l’incontro e il suo discorso ai rifugiati, che vi sono accolti, previsto per le 10.45. Al termine il rientro ad Atene. Qui, nel pomeriggio alle 16.45, la celebrazione eucaristica nella “Megaron Concert Hall”, quindi il rientro in nunziatura dove alle 19.00 il Papa riceverà la visita di cortesia di Sua Beatitudine Ieronymus II.

L’ultimo giorno in Grecia, lunedì 6 dicembre, sarà scandito da due appuntamenti principali prima della cerimonia di congedo. Francesco alle 8.15 riceverà in nunziatura la visita del presidente del Parlamento e alle 9.45 raggiungerà la Scuola San Dionigi delle Suore Orsoline a Maroussi per il caloroso incontro con i giovani cui rivolgerà l’ultimo discorso in programma in questo viaggio. Alle 11.15 il trasferimento all’ Aeroporto Internazionale di Atene per la cerimonia di congedo e la partenza per Roma – Ciampino. L’arrivo è previsto alle 12.35.