Il cardinale Ruini in terapia intensiva

Vatican News

A seguito di un infarto, il porporato è stato ricoverato al Policlinico Gemelli di Roma. Lo scorso febbraio ha compiuto 93 anni

Vatican News

Da ieri sera il cardinale Camillo Ruini, Vicario generale emerito di Sua Santità per la diocesi di Roma, è ricoverato in terapia intensiva al Policlinico Gemelli di Roma, a seguito di un infarto. Il porporato – riferisce il Vicariato di Roma ai media vaticani – si era sentito male nel tardo pomeriggio di ieri.

Il 19 febbraio scorso, il cardinale Ruini ha compiuto 93 anni. Nato a Sassuolo, in provincia di Modena, ha compiuto gli studi filosofici e teologici a Roma, presso la Pontificia Università Gregoriana, come alunno dell’Almo Collegio Capranica, conseguendo la licenza in filosofia e teologia. È stato ordinato sacerdote l’8 dicembre del 1954, dopo un lungo periodo di docenza nella diocesi di Reggio Emilia, il 16 maggio 1983 è stato nominato vescovo titolare di Nepte e ausiliare per le diocesi di Reggio Emilia e Guastalla.

Nel 1985 viene eletto come membro della Commissione Episcopale per l’Educazione Cattolica, la Cultura e la Scuola. Il 28 giugno 1986 Giovanni Paolo II lo nomina Segretario Generale della Conferenza Episcopale Italiana. Sempre Papa Wojtyla il 17 gennaio 1991 lo sceglie come Vicario Generale della diocesi di Roma, lo crea cardinale e lo nomina Presidente della Conferenza Episcopale Italiana. Incarico che ricopre fino al 7 marzo 2007, quando Papa Benedetto XII ne accoglie le dimissioni per raggiunti limiti di età. L’anno successivo, nel 2008, termina il suo ministero, sempre per raggiunti limiti di età, nell’incarico di Vicario Generale per la Diocesi di Roma e di Arciprete della Papale Arcibasilica Lateranense.

Dal gennaio 2008 al gennaio 2013, nell’ambito della CEI, è Presidente del Comitato per il progetto culturale.  Dal 2010 al 2014, il cardinale Ruini presiede la Commissione internazionale di inchiesta su Medjugorje costituita presso la Congregazione per la Dottrina della Fede. Partecipa al conclave dell’aprile 2005 che elegge Papa Benedetto XVI, diventa anche Presidente del Comitato Scientifico della Fondazione Vaticana Joseph Ratzinger – Benedetto XVI per il primo quinquennio, 2010-2015.