Francesco: la vita è un dono di Dio non un bene da manipolare

Vatican News

Benedetta Capelli – Città del Vaticano

Sono parole decise quelle che il Papa usa dopo la preghiera mariana del Regina Coeli, ribadendo che non si può far tacere la coscienza dinanzi alle azioni che offendono la vita, dinanzi ad una mentalità che la porta a considerare come un qualcosa da disporre a proprio piacere. Lo fa salutando la manifestazione nazionale che si è tenuta ieri a Roma dal titolo “Scegliamo la Vita”.

Vi ringrazio per il vostro impegno a favore della vita e in difesa dell’obiezione di coscienza, il cui esercizio si tenta spesso di limitare. Purtroppo, negli ultimi anni c’è stato un mutamento della mentalità comune e oggi siamo sempre più portati a pensare che la vita sia un bene a nostra totale disposizione, che possiamo scegliere di manipolare, far nascere o morire a nostro piacimento, come l’esito esclusivo di una scelta individuale.

La vita è sacra

Francesco ricorda che la vita è comunque una grazia e questo va sempre tenuto a mente.

Ricordiamo che la vita è un dono di Dio! Essa è sempre sacra e inviolabile, e non possiamo far tacere la voce della coscienza.

Al termine, il Papa ha anche ricordato la beatificazione oggi pomeriggio, a Lione, di Paolina Maria Jaricot, fondatrice dell’Opera della Propagazione della Fede, per il sostegno alle missioni. “Donna coraggiosa, attenta ai cambiamenti dei tempi – afferma il Papa – con una visione universale della missione della Chiesa”.

La Settimana Laudato si’

Un pensiero anche alla Settimana Laudato si’ che si apre oggi “per ascoltare – afferma – sempre più attentamente il grido della Terra, che ci sprona ad agire insieme nel prenderci cura della casa comune”. Stamani in un tweet sul suo account @Pontifex, il Papa ha esortato a stringere i tempi perché “Il grido della terra e il grido dei poveri – si legge – non possono più aspettare. Prendiamoci cura del creato, dono del nostro buon Dio Creatore. Celebriamo insieme la Settimana Laudato si’!”

Gli appuntamenti

A partire da oggi e fino al 29 maggio, torna la Settimana Laudato si’, un’iniziativa promossa dal Dicastero per lo Sviluppo Umano, nel settimo anniversario dell’enciclica di Papa Francesco. Gli appuntamenti ruoteranno tutti attorno al concetto di ecologia integrale, tra i temi: la biodiversità, i conflitti, la crisi climatica, l’accoglienza dei poveri. “Risposta al grido della Terra” è il tema di lunedì 23 maggio con un appuntamento che sarà trasmesso in diretta dall’Università Cattolica Australiana di Roma. Giovedì 26 si affronterà il tema dell’adozione di stili di vita sostenibili: investimenti coerenti con la fede. Domenica 29 maggio la Settimana si concluderà sul tema della resilienza e l’empowerment della comunità come parte del cammino sinodale. Nel pomeriggio un incontro di preghiera. Il programma completo della Settimana Laudato si’ – consultabile al link LaudatoSiWeek.org – include eventi in Uganda, Italia, Irlanda, Brasile e Filippine. Da visitare anche i canali Facebook e YouTube del Movimento Laudato si’.