Forum page_on_front

Tredicina per Sant’Antonio Abate

8 Post
3 Utenti
0 Likes
1,413 Visualizzazioni
(@eriemme)
New Member
Registrato: 1 anno fa
Post: 1
Topic starter  

A TESTIMONIANZA DI FEDE PRE GRAZIA RICEVUTA

Questa preghiera è molto efficace. Il libro suggerisce di recitarla per 13 giorni di fila  davanti a una sua immagine  con una candela accesa.

Segno della croce

S.Antonio del fuoco

pregate a nome mio

Gesù onnipotente

e la Mamma sua Maria.

Di ciò che sto cercando

dammi un segno.

In Voi sempre crederò

buoni sentimenti avrò.

Voi che i morti

fate resuscitare,

i prigionieri liberare

mettete in pace i matrimoni,

ci allontanate i demoni,

questa grazia

mi dovete ottenere

(dire la grazia)

( alla fine di ogni giorno recitare tre gloria al padre)

SEMPRE LODE E GLORIA A SANT’ANTONIO ABATE 


   
Citazione
(@piripicchio)
New Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 4
 

Non scrivo con tono di sfida ma per capire: Un nuovo vicino di casa mi ha fatto leggere nella mia Bibbia Cattolica che Gesù disse che non vanno ripetute le preghiera a pappagallo, e che non esiste nessun intermediario tra noi e Dio se non proprio Cristo Gesù. Quindi come mai voi insegnate a fare preghiere ripetute a pappagallo e rivolte a intermediari che non sono Cristo?


   
RispondiCitazione
(@tommiyopmail)
New Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 3
 

Se leggi la preghiera modello che ha insegnato Gesù, e leggi il contesto, capirai che il vero Cristiano non deve ripetere preghiere altrui, ne preghiere scritte, ne scrivere le proprie preghiere e ripeterle. Infatti, a parte la traduzione Cattolica, le altre edizioni Bibliche mondiali riportano correttamente le parole di Gesù quando dice "Ora, nel pregare, non usate inutili ripetizioni come fanno i pagani". I testi originali in greco ed ebraico che puoi trovare online (si chiamano interlineari) ti faranno vedere che quelle sono le vere parole di Gesù riportante nel versetto 7 del Vangelo di san Matteo al capitolo 6. La Bibbia Cattolica le ha manipolate e riporta queste parole: "Pregando poi, non sprecate parole come i pagani". Ma i testi originali parlano di "ripetizione" ed il contesto storico lo dimostra perché già prima di Cristo, i pagani usavano le preghiere scritte e ripetute e lo fanno ancora, invece i veri Cristiani non hanno mai usato preghiere scritte o ripetute. Infatti anche il rosario ha origini pagane, e tutt'ora lo usano religioni pagane che hanno iniziato ad usarlo MOLTO prima della Chiesa Cattolica. 

Quindi se vuoi essere un vero Cristiano, devi pregare quel che senti nel cuore, seguendo il modello della preghiera del Padre Nostro ma senza ripeterla a pappagallo, e quel modello ti insegna che prima devi pregare per la santificazione del nome di Dio, poi per la venuta del Regno di Dio e per la Sua volontà, poi pregherai per le tue necessità quotidiane e per essere aiutato a evitare le tentazioni e a perdonare gli altri. Ma tutto con le tue parole, non ripetendo preghiere scritte o imparate a memoria!

Soprattutto, non bisogna pregare nessuno al di fuori di Dio, nessun mediatore, perché nel Vangelo è specificatamente scritto che l'unico mediatore tra Dio e gli uomini è Gesù, usare altri sarebbe una bestemmia ed un sacrilegio! (lo leggi nella lettera di San Paolo a Timoteo in Prima a Timoteo capitolo 2 versetto 5 che nella Bibbia Cattolica della CEI dice così: "Uno solo, infatti, è Dio e uno solo il mediatore fra Dio e gli uomini, Cristo Gesù"


   
RispondiCitazione
(@piripicchio)
New Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 4
 

Grazie Tommaso per la tua spiegazione completa

Quindi non dovremmo inchinarci davanti l'immagine di un Santo per pregarlo affinché possa essere mediatore tra noi e Dio? Veramente questo dice il Vangelo?


   
RispondiCitazione
(@tommiyopmail)
New Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 3
 

In effetti, se prendi una Bibbia Cattolica della CEI e la apri per leggere i 10 comandamenti, in Esodo capitolo 20 i versetti 4 e 5, leggerai queste parole molto chiare e semplici: “Non ti farai idolo né immagine alcuna di ciò che è lassù nel cielo né di ciò che è quaggiù sulla terra, né di ciò che è nelle acque sotto la terra. Non ti prostrerai davanti a loro e non li servirai.”

 

In modo molto diretto dicono che non ci si devo prostrare davanti a immagini per scopi religiosi, nessun tipo di raffigurazione. Quindi, il vero Cristiano non venera le immagini per avvicinarsi a Dio.

 

 


   
RispondiCitazione
(@piripicchio)
New Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 4
 

Stavo per scriverti che quel versetto parla di "idoli", quindi non di immagini dei Santi o di Gesù, ma poi ho pensato di fare una ricerca prima di sparare una sciocchezza e in effetti ho scoperto che idolo significa qualsiasi immagine che viene venerata o usata per un culto! Poi ho letto meglio il versetto qualche volta e ho visto che anche senza la mia ricerca, il versetto dice chiaramente di non inginocchiarsi davanti a una qualsiasi icona religiosa, non dare devozione a un qualsiasi oggetto religioso! 

Impressionante! 

E pensare che questo è il secondo comandamento scritto nella Bibbia Cattolica ma il Cattolicesimo insegna tutt'altra cosa! 


   
RispondiCitazione
(@tommiyopmail)
New Member
Registrato: 7 mesi fa
Post: 3
 

Mi hai sorpreso, l'errore più comune che commettiamo è quello di fare solo domande, invece tu hai fatto una tua ricerca personale prima e non una ricerca per trovare a tutti i costi qualcosa per contraddire, ma una ricerca imparziale per capire.

Davvero mi hai sorpreso, non è da tutti!


   
RispondiCitazione
(@piripicchio)
New Member
Registrato: 8 mesi fa
Post: 4
 

Ti ringrazio!! Devo ammettere che all'inizio ho pensato solo di chiedere o di obiettare, poi mi sono detto che era meglio non fare figuracce e cercare prima informazioni! Ho visto che c'è un nuovo utente  @rachelcoedy - meno male che ancora qualcuno si iscrive! 


   
RispondiCitazione