Culto Divino, plenaria del Dicastero su sfide e opportunità della formazione liturgica

Vatican News

Si svolge dal 6 al 9 febbraio l’assemblea del Dicastero per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti che, a 60 anni dalla promulgazione della Costituzione Apostolica “Sacrosanctum Concilium”, vuole tracciare percorsi pratici sulle base della lettera apostolica “Desiderio desideravi”, suggerendo l’elaborazione di progetti di pastorale nelle diocesi

Vatican News

Discuterà della formazione liturgica, a 60 anni dalla promulgazione della Costituzione apostolica Sacrosanctum Concilium, l’assemblea plenaria del Dicastero per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, convocata dal 6 al 9 febbraio, analizzando le sfide e le opportunità nella Chiesa di oggi. Il tema sul quale si confronteranno i membri del Dicastero assieme ad alcuni consultori è “Euntes parate nobis Pascha. Percorsi di formazione liturgica per i ministri ordinati e i fedeli laici”.

Verso progetti nelle diocesi

Obiettivo della plenaria è quello di tracciare percorsi pratici sulle indicazioni contenute nella Lettera apostolica Desiderio desideravi del 29 giugno 2022, dove Papa Francesco afferma: “La non accoglienza della riforma, come pure una sua superficiale comprensione, ci distoglie dall’impegno di trovare le risposte alla domanda che torno a ripetere: come crescere nella capacità di vivere in pienezza l’azione liturgica? Come continuare a stupirci di ciò che nella celebrazione accade sotto i nostri occhi? Abbiamo bisogno di una seria e vitale formazione liturgica”. L’assise mirerà non solo a sottolineare l’importanza della formazione liturgica, ma anche a fornire ai vescovi suggerimenti pratici per sviluppare progetti di pastorale nelle loro diocesi, per mettere in pratica le indicazioni contenute del documento papale.

Il programma della planaria

I lavori si apriranno col saluto e la prolusione del prefetto del dicastero, il cardinale Arthur Roche, e con l’introduzione dell’arcivescovo segretario, monsignor Vittorio Francesco Viola. La discussione si articolerà attorno a tre relazioni – “La formazione liturgica da Sacrosanctum Concilium a Desiderio desideravi”, “Mistagoghi per il popolo di Dio: quale formazione liturgica per i ministri ordinati? Una esperienza: la formazione teologica al Mount Angel Seminary”, “‘La liturgia è la prima e indispensabile fonte dalla quale i fedeli possono attingere il genuino spirito cristiano’. Percorsi di formazione liturgica per il popolo di Dio” – alle quali seguiranno momenti di riflessione, preghiera e confronto in assemblea generale e in gruppi. La plenaria sarà anche un’occasione di celebrazione e di comunione liturgica, con la liturgia delle ore e la Messa, presiedute da alcuni membri del Dicastero.