All’Onu l’incontro di Guterres con Rondine e Bassetti

Vatican News

Vatican News

Il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, ha incontrato al Palazzo di Vetro nella giornata di ieri il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza Episcopale Italiana, Franco Vaccari, presidente di “Rondine Cittadella della Pace”, lo scrittore e editorialista francescano padre Enzo Fortunato e il changemaker Alessio Antonielli. Un incontro avvenuto proprio all’indomani del supporto manifestato dalla Santa Sede all’appello lanciato dallo stesso Guterres, il 19 aprile scorso, per una tregua in occasione della celebrazione della Pasqua secondo il calendario giuliano.

Un confronto intenso anche sul difficile cammino per la pace alla luce del terribile conflitto armato in Ucraina. Il cardinale Bassetti ha parlato di una “Pentecoste laica”, della necessità di imparare a capire la lingua dell’altro per esercitarci nel dialogo. Una definizione che ben si sposa, secondo il porporato, all’esperienza di Rondine e che interpreta la missione stessa delle Nazione Unite. Bassetti ha sottolineato come il mondo guardi con attenzione all’operato del segretario generale Guterres, incoraggiandolo ad andare avanti in questo difficile momento per l’umanità, per far sì che il negoziato e la parola cedano il posto delle armi.

Video Appello Leaders for Peace

Il segretario generale dell’Onu e il cardinale Bassetti hanno iniziato l’incontro riaccendendo la Lampada della Pace, premio consegnato Guteress nel dicembre 2021 dai Frati Francescani della Sacro Convento di Assisi, un momento simbolico per rinnovare lo spirito francescano in questi tempi storici tanto difficili.

Il commento del cardinale Bassetti dopo l’incontro con Guteress

Forte l’apprezzamento del numero uno dell’Onu per l’operato di Papa Francesco, Guteress ha chiesto a Bassetti di portare il suo saluto, ricordando il supporto delle Nazioni Unite per il lavoro instancabile di questo periodo. Infine ha riconosciuto la forza del messaggio di San Francesco che oggi più che mai risuona come un “compendio di pace”.

Il segretario generale dell’Onu ha inoltre ascoltato e apprezzato il lavoro di Rondine, accogliendo l’invito a visitare la Cittadella della Pace in occasione di un suo futuro viaggio in Italia. Ha poi sottolineato l’urgenza di formare leader che pensino il mondo con paradigmi nuovi, allontanando l’idea della guerra.

“I giovani di Rondine – ha dichiarato Antonio Guterres – sono un esempio di coraggio. Non posso che appoggiare questa iniziativa, rinnovando l’invito per studentesse e studenti a tornare qui alle Nazioni Unite appena possibile”. Bassetti ha presentato poi la campagna globale “Leaders for Peace” degli studenti internazionali della Cittadella della Pace, provenienti da zone di conflitto e post-conflitto. Un’iniziativa nata per sensibilizzare i governi a formare i giovani alla pace.

“Con questo nuovo, straordinario e convinto appoggio da parte del segretario generale delle Nazioni Unite, sono fiducioso – ha dichiarato il presidente di Rondine, Franco Vaccari – che la campagna troverà nuove importanti adesioni. Leaders for Peace e la futura Global Leaders School di Rondine rappresentano già una risposta concreta all’urgente necessità di una società finalmente libera da conflitti armati”. Iniziative che sono “esempio concreto – ha sottolineato il cardinale Bassetti – di quello spirito di pace simboleggiato dalla Lampada di Assisi”.

Franco Vaccari al termine dell’incontro all’Onu

Padre Enzo Fortunato ha consegnato al segretario generale dell’Onu delle fotografie scattate nel suo recente viaggio in Ucraina, “dove ho visto l’atrocità e il dolore – ha spiegato – che si stanno consumando in quella terra”. “Abbiamo bisogno di progetti concreti, di giovani che, come a Rondine, tengano accesa la luce della pace”.